realtà aumentata

Realtà aumentata: cos’è e perché se ne parla tanto

Realtà aumentata: ecco uno dei trend tecnologici maggiormente in voga negli ultimi tempi. Ma come funziona specificamente? In quest’articolo andremo ad analizzeremo più da vicino cosa significa, come funziona e quali sono gli ambiti in cui può trovare sbocchi applicativi.

Tutti noi abbiamo sentito parlare della realtà aumentata o VR. Possiamo dire che questa nuova tecnologia segna la definitiva fusione fra mondo fisico e mondo digitale grazie a dei visori. Ciò significa che ciascuno di noi, semplicemente indossando questi speciali visori, potrà essere catapultato in un altro luogo, senza esclusione di colpi.

In pratica, un’altra dimensione, in quanto, venendo meno le leggi fisiche del mondo reale, non esisterà più alcuna distinzione di tempo o spazio entro cui potremmo essere proiettati. La potenza immaginativa di questo strumento è davvero potente, ma come funziona tecnicamente?

Realtà aumentata: come funziona?

Innanzitutto, questa tecnologia funziona per tre sbocchi applicativi:

  • Pc
  • Playstation
  • Smartphone

Nel caso in cui vogliate implementarla sul vostro pc, sappiate che avrete bisogno di un computer e visori. Il pc servirà per analizzare la realtà circostante, che fungerà da base per proiettare attraverso i visori, la realtà digitale, con una risoluzione veramente sorprendente.

La playstation è lo sbocco applicativo per il settore del gaming. Rispetto all’implementazione per pc, ha il vantaggio di essere meno onerosa. Il gaming è un settore estremamente fertile in questo senso, poiché la VR permette all’utente di vivere letteralmente delle esperienze immersive. Avete presente Pokémon Go? Ecco di cosa sto parlando.

Non solo il gaming, ma anche le attività culturali potranno beneficiare di questa nuova tecnologia. In modo particolare, il settore dell’arte, poiché grazie ai visori si potrà ricostruire, ad esempio un sito archeologico, e far rivivere ai visitatori scene di vita quotidiana del passato.

La VR è oggi anche scaricabile sul vostro smartphone. Se questi ultimi hanno rappresentato il vero cambiamento rispetto alla tecnologia precedente in fatto di telefonia mobile, ci sono buone previsioni che la tecnologia VR la soppianterà.

Questo perché si sta studiando un nuovo tipo di visore, in grado di sostituirsi definitivamente agli smartphone, e permetterci di utilizzare app come Google Maps proiettando il percorso direttamente su strada. Ovviamente, è una tecnologia, questa, ancora in fase di sviluppo, ma i lavori sono attualmente in corso.

Ti è piaciuto quest’articolo? Lasciaci un commento!