telecamere nascoste

Telecamere nascoste: ecco come scoprirle

Telecamere nascoste in oggetti ovunque: in caricabatterie, su smartphone, pc e chi ha più ne metta; le sue installazioni possibili sono infinite. I progressi in campo tecnologico hanno fatto passi da gigante, permettendo anche la produzione di telecamere estremamente piccole da poter inserire all’interno di oggetti anche di uso quotidiano.

Grazie alle microspie presenti nel sensori di alcune auto, ad esempio, parcheggiare è diventato molto più semplice; questi minuscoli dispositivi consentono di vedere direttamente lo spazio a disposizione, e il nostro paraurti ringrazia. Le auto, ma non solo. Un citofono provvisto di telecamere nascoste ci consentirà di vedere esattamente chi bussa alla nostra porta.

Benché sembri una tecnologia estremamente complessa, mi spiace informarvi che è l’esatto contrario: oggi, installare una microspia è davvero semplicissimo, perché tutto ciò di cui avremo bisogno per attivarla è una connessione internet e una piccola cifra di partenza.

Telecamere nascoste: dove controllare?

Queste piccole microspie sono in grado di registrare video di alta qualità, e sono presenti soprattutto nei sistemi impianti di allarme. E proprio per questioni di sicurezza vengono prevalentemente usate in casa, nascosto in oggetti comuni affinché possiamo difenderci da eventuali intrusi. Soprattutto se ci troviamo fuori casa, è possibile trovarle, ad esempio, negli spazi comuni di alberghi, ristoranti, parcheggi.. ecc. In questo caso, niente panico; è tutto assolutamente legale. In discorso cambio nel caso in cui le scoviamo in ambienti diversi, ed è giusto protestare quando minano la nostra privacy.

Ed è proprio in casi del genere che servirebbe conoscere qualche trucchetto per riuscire a scoprire dove sono state installate, e disattivarle quando ci danno fastidio. Vediamo insieme come riconoscerle.

Primo consiglio per svelare la loro presenza, sarà ispezionare la stanza. Provate a tastare qualsiasi cosa, comprese le tende! In particolare, prestate attenzione agli angoli semi nascosti dell’ambiente; non è difficile che una telecamera sia stata nascosta proprio nell’anfratto più buio della stanza.

Secondo consiglio, usate una torcia; quella del vostro smartphone andrà benissimo. Vi servirà per guardare con maggiore attenzione i suddetti angoli bui della stanza dove credete siano celate microspie. Ciò su cui vi dovete concentrare è che ogni oggetto puntato non emetta nessun riflesso. Questo perché tutte le telecamere sono munite di lenti per obiettivo.

Terzo consiglio, scarica app di identificazione sorveglianza. Esistono diverse applicazioni in grado di identificare anche i più sofisticati impianti di videosorveglianza. Se proprio avete in timore di essere spiati, che la vostra intimità sia a repentaglio, provate ad utilizzare uno di questi programmi; funzionano tramite uno scan.

Se hai trovato utili i nostri consigli, lasciaci un commento, e raccontaci se conosci un altro metodo per identificare le telecamere nascoste!